2° incontro Formazione

 

Noi  volontari abbiamo bisogno di ragionare in termini di “vademecum”: ci aspettiamo di avere indicazioni puntuali, complete, ordinate su cosa fare, per la nostra attività in Pronto Soccorso, ma non è sempre così facile stabilire dei protocolli operativi perchè ogni giorno in Pronto Soccorso è diverso da quello precedente, difficile stabilire regole ferme ma indispensabile avere comunqque una guida sicura anche in termini di emozioni e sentimenti

Come sapete il Gaps è nato per attraversare gli "stati d'animo in movimento" che aleggiano nelle varie sale d'attesa e nel triage del dipartimneto di Emergenza Urgenza dove è posizionato il nostro primo info point dell'accoglienza nell'emergenza

E' importante  organizzare le informazioni di ogni attività in cui siamo coinvolti in semplici documenti che riducano al minimo le incertezze. Ad esempio, se l’attività fosse accompagnare una persona negli ambulatori, preoccupiamoci di avere tutte le indicazioni necessarie da lasciare al personale sanitario presente nell'ambulatorio al fine di identificare l'utente ed il motivo del suo accesso.

Dare importanza a questi dettagli evitando di dare cose per scontato! Ogni dettaglio in più è un’incertezza in meno per  noi volontari. E noi  volontari se siamo più sicuri e con le idee chiare siamo volontari più motivati.

Ecco che arriviamo all'argomento del secondo incontro di formazione permanente del 2019, la MOTIVAZIONE;  oltre agli aspetti più contingenti della nostra attività ci sono anche dei lati invisibili dove si manifesta la spinta all'azione volontaria e gratuita per l'altro, per la persona che è in difficoltà e la predispozionie alla collaborazione con il personale sanitario presente, sia negli ambulatori, sia nei vari triage in cui noi siamo operativi.

Scoprire cosa ci spienge alla nostra opera e al nostro impegno in associazione presuppone la partenza dall'analisi su noi  stessi atraverso la quale si possono scoprire diverse ragioni che sottostanno alla spinta di fare volontariato, ad esempio questo tipo di volontariato e non un altro, oltre alle ragioni prosociali ci possono essere anche in contemporanea o in sovrapposizione, dei bisogni, delle aspettative e degli scopi significativamente diversi anche tra noi che apparteniamo  alla  stessa associazione.

Siamo ormai giunti al dodicesimo anno di esistenza del GAPS ed è necessario rivalutare anche la motivazione del gruppo e della nostra mission, interrogarci se è ancora attuale,  in linea con i tempi e le dinamiche operative dell'odierno Pronto Soccorso.

Una lezione quindi, gestita dallo psicologo e formatore dr. Daniele Bisagni,  che ci accompagnerà in tutti questi aspetti anche per sondare la motivazione al prendersi carico della gestione generale dell'Associazione tramite un ruolo che potrebbe andare oltre la mera esecuzione di un turno in Pronto Soccorso ed impegnarci anche nel consiglio direttivo dell'organizzazione stessa.

Quanto siamo motivati a questo? ci sentiamo pronti ad  assumere questo ruolo dirigenziale? come ci vediamo nel prendere decisioni che coinvolgono tutto il macro gruppo delle risorse umane del GAPS? dei rapporti con l'Istituzione che ci ospita? del rapporto con le altre realtà di Volontariato del territorio? Con le nuove normative di legge generale che regolano l'associazionismo del Terzo Settore? ecc.